Fobie

Fobie – Cos’è una Fobia? Come si costruisce e si costituisce una Fobia?

Le fobie sono Paure fortissime ed incontrollabili che derivano dall’esposizione ad un oggetto specifico, l’oggetto fobico.

Le Fobie sono di molti tipi e prendono il loro nome proprio in relazione all’oggetto fobico. Non esiste una età in cui si instaura una fobia ed una in cui non è presente e per questo si possono trovare in Bambini, in Adolescenza ed in Età Adulta.

L’oggetto fobico è investito di molti aspetti emotivi che appartengono alla percezione propria.

Si possono avere paure anche per situazioni specifiche oltre che per animali, oggetti e sentimenti.

fobie

A volte mi è capitato di trovarmi a lavorare con la paura di pensare e l’angoscia che provocavano i sentimenti, sembra strano ma è più frequente di quanto si creda.

Fondamentalmente le paure sono manifestazioni emotive sproporzionate e che rappresentano una minaccia per le persone che entrano in contatto con un oggetto che potrebbe anche non essere minaccioso.

Come i bambini, gli adulti che nutrono delle fobie vivono il terrore di entrare in contatto con ciò che temono.

Lo Psicologo distingue i sintomi che si provano quando si entra in contatto con ciò che ci spaventa di più, ovvero con la nostra “fobia”, sono la tachicardia, le vertigini, i disturbi gastrici e viscerali, la nausea, la diarrea, il senso di soffocamento, il rossore, la sudorazione, i tremori e soprattutto un senso di spossatezza.

Spesso gli stessi sintomi possono rappresentare fobie a se stanti, come ad esempio la paura di arrossire che prende il nome di Eritofobia. Le Fobie hanno un significato, celano e portano con loro il modo in cui si sono costruite. Spesso la costruzione di un ogetto fobico può essere derivante all’esposizione ad una situazione che ha fatto scappare la paura, ma ben più ampia è la possibilità che quella paura si sia costituita mediante un pensiero che si è legato ad un’altra paura e che abbia creato una fobia per mascherare il pensiero alla persona che soffre della paura con la paura stessa. Questo rende più inconscio il costituirsi e la possibilità di comprendere la paura fobica.

La paura infatti nasce insieme a noi e ci conviviamo da quando siamo neonati.

Quando si ha una fobia si adottano specifici comportamenti per proteggersi da questa; come spesso accade per l’Ansia e per gli Attacchi di Panico. Infatti chi è fobico ha un funzionamento simile a chi ha l’ansia.

Si può tendere ad Evitare la propria fobia e le situazioni che mettono in contatto con ciò che ci spaventa profondamente. L’evitamente funge solo da conferma alla persona che ha paura per dirsi da solo che quella cosa è pericolosa quindi aumenta ed alimenta tutta la struttura fobica.

Così inizia un circolo vizioso che da una parte ci fa sentire impotenti e dall’altro ci fa sentire in grado di controllare la paura. Se si tratta di piccole fobie non risulta problematico però se si ha paura delle folle questo porta con se dei veri e propri problemi con la società e con il frequentare le altre persone, o gli amici; facendo sì che la persona si trovi isolata.

Spesso si può instaurare la paura degli altri, generando ciò che viene chiamata Ansia Sociale.

Le fobie possono essere trattate nel miglior modo dallo Psicologo con la Psicoterapia Psicoanalitica. Con questo trattamento si andrà a visualizzare e portare alla luce il comportamento fobico che è insito nella paura fino a scoprire la sua creazione. Si potrà estinguere la fobia andandone a scoprire ciò che ne è rimasto nell’inconscio e con questa esplorazione insieme al paziente in modo protetto si potrà scoprire la base disfunzionale che verrà modificata in seguito alla scoperta.

Hai delle perplessità?

Puoi fare una domanda...

Commenti

commenti