Disturbo Di Personalità

Disturbo Di Personalità – Cos’è un Disturbo Di Personalità?

I disturbi di personalità sono modalità estreme e rigide di relazionarsi con gli altri e di percepire il mondo e gli eventi. Avere un tipo di disturbo centrato sulla personalità riduce di molto le possibilità sociali, di soddisfazione di un desiderio e di efficacia rispetto alle situazioni che si ritrovano davanti al paziente durante la vita quotidiana. Questo risulta molto frustrante per la persona che vede la propria vita sfuggirgli di mano e non riuscire a pieno nonostante l’impegno e le energie che investe.

Ogni essere umano possiede determinate caratteristiche che lo distinguono da tutti gli altri. Tutti siamo in grado di reagire ed adattarci alle differenti situazioni della vita e tendiamo ad assumere dei comportamenti e degli atteggiamenti che sono in grado di farci superare le difficoltà. Chi ha un disturbo di personalità spesso mette in moto dei comportamenti non efficienti e che non gli permettono di avere dei risultati efficaci in determinate situazioni di vita che possono essere il lavoro, lo studio, le relazioni con gli alti.

La difficoltà di adattarsi in modo meno efficace risultano molto stressanti e frustranti per il paziente che ha un Disturbo di Personalità. Le rigidità di chi porta con se questo peso li portano a rispondere in modo inappropriato ai problemi della vita fino al punto che il loro mondo sociale risulta loro difficoltoso e pieno di pericoli. Queste modalità relazionali compaiono spesso in Adolescenza o nella prima Età Adulta e rimangono stabili finché non si accede ad un trattamento dallo Psicologo o dallo Psicoterapeuta.

I Disturbi della Personalità hanno diversi gradi di gravità che si distinguono in lieve, medio o severo.

disturbo di personalità

Spesso chi ne soffre è insoddisfatto della propria esistenza e vita; presenta molti problemi con gli amici, nel mondo del lavoro e nelle varie situazioni in cui il suo comportamento si deve adattare alle richieste altrui che spesso vengono sentite come ingiuste, ingiustificate, inopportune e/o esagerate; reagendo spesso in modo aggressivo o inibendosi, quindi arrabbiarsi o fermarsi e reprimere ogni tipo di reazione fino alla totale chiusura.

I sintomi che vengono riportati più spesso rientrano all’interno di sensazioni di depressione, ansia, abuso di sostanze o disturbi alimentari.

Chi ha un disturbo di personalità non ne è consapevole perché è perfettamente integrato nella persona e riesce a riportare solo il suo malcontento per ciò che gli sta accadendo ed i sentimenti e le emozioni che prova in relazione a ciò che gli accade. Tendenzialmente le persone con questi disturbi non arrivano a farsi aiutare pensando di potersi aiutare da soli o di essere lo psicologo di se stessi. Il risultato della mancanza della ricerca di aiuto è quello che i loro comportamenti non sufficientemente adattivi possano irrigidirsi e quindi la persona possa ritrovarsi profondamente ferita e ferire gli altri con la conseguenza di avere problematiche maggiori con gli amici e la famiglia e pensando che queste problematiche derivino solo dagli altri. In alcuni casi si possono riscontrare idee o modi bizzarri di pensare, vedere e/o vivere il mondo.

I vari problemi si sviluppano all’interno di varie aree come quelle dell’Intimità, dell’autodirezionalità e dell’empatia.

Ansiosi o Paurosi
  • Disturbo Evitante di Personalità
  • Disturbo Dipendente di Personalità
  • Disturbo Ossessivo Compulsivo di Personalità (Anancastico)
Emotivi o Drammatici
  • Disturbo Antisociale di Personalità
  • Disturbo Borderline di Personalità
  • Disturbo Istrionico di Personalità
  • Disturbo Narcisistico di Personalità
Strani o Paranoici
  • Disturbo Paranoide di Personalità
  • Disturbo Schizoide di Personalità
  • Disturbo Schizotipicodi Personalità

I Disturbi di personalità come gli altri disturbi di tipo psichico sono multifattoriali. Questi infatti si costituiscono su di una base Genetica e Sociale. Il terreno fertile per l’instaurarsi secondo gli psicologi e gli psichiatri risiede nella disregolazione emotiva che conduce ai comportamenti disfunzionali quali ritiro e impulsività. Spesso si ritrovano esperienze infantili che hanno portato la persona ad instaurare forti difese di contenimento e quindi uno scarso adattamento.

Come Psicologo mi trovo a contatto con persone che portano con loro un disturbo che si instaura a livello della personalità. Come Psicoterapeuta adotto la TFP, Psicoterapia Focalizzata sul Transfert, ovvero, ciò che la ricerca moderna e la Psicoterapia Psicoanalitica hanno riscontrato come uno dei metodi più funzionanti di trattamento dei Disturbi di personalità (Clarkin, Yeomans, Kernberg, 2000).

Questo tipo di psicoterapia descritta nell’anno 2000 è stata creata da Kernberg e dai suoi collaboratori; attualmente rappresenta uno dei risultati più promettenti di cura.

  • Mommy (2014) – Film;
  • Diario di una borderline, Irene F. – Romanzo

Hai delle perplessità?

Puoi fare una domanda...

Commenti

commenti